Alcune piccole istruzioni, prima del 18 maggio

In nero i singoli fedeli, in blu le persone che vivono nella stessa abitazione.

In questi giorni abbiamo preso tutte le misure, ed io e don Marco abbiamo passato la serata a spostare i banchi per tutta l’aula liturgica. Ecco che i conti son presto fatti: la nostra parrocchia può contenere fino 70 persone con distanziamenti molto ampi (più di un metro tra fedeli) e fino a 120 persone con distanziamento minimo consentito (un metro esatto). Da cosa dipende questa differenza? È semplice: i SINGOLI fedeli partecipano alla liturgia occupando esattamente i posti indicati nei banchi, mentre i CONVIVENTI (coniugi e famiglie) potranno prendere posto stando più vicini tra loro. Tutti però rispetteranno il metro di vuoto tra sé e gli altri fedeli con cui non condividono lo spazio dell’abitazione.

Per accedere alla chiesa, è obbligatorio indossare la mascherina ed i guanti. Noi metteremo comunque a disposizione il gel igienizzante all’unico ingresso consentito (la porta centrale), mentre le due uscite possibili sono le porte laterali sul lato del salone parrocchiale (parete verde) e dell’ufficio (parete azzurra).

Nel frattempo continuiamo a pensarle tutte e ad accogliere ogni buon suggerimento!

2 risposte a “Alcune piccole istruzioni, prima del 18 maggio”

  1. Grazie Don Michele e Don Marco si riparte a distanza. Ma le regole vanno rispettate x il ns bene e x il bene degli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *